Camini e stufe a bioetanolo: pro e contro

Maxi Blogger 05/01/2017
0 people like this post
I camini a bioetanolo

Come funziona il camino a bioetanolo

Il camino a bioetanolo può essere installato semplicemente in tutti i contesti abitativi, per aggiungere un punto di calore e abbellire l’arredamento con un oggetto dal design notevolmente accattivante. L’installazione in genere è molto semplice e immediata, alcuni modelli addirittura sono pronti all’uso.

Per il funzionamento bisogna riempire il serbatoio con il liquido infiammabile, richiuderlo nell’apposito alloggiamento e accenderlo. Alcuni modelli di stufe e camini a bioetanolo sono dotati anche di un regolatore di fiamma, per limitare l’ampiezza del fuoco e conseguentemente i consumi.

Pro e contro delle stufe a bioetanolo 

Le stufe a bioetanolo possono essere utilizzate per scopi analoghi a quelle classiche a legna o pellet, cioè per riscaldare una stanza, magari in aggiunta all’azione dei termosifoni dell’impianto domestico. Il vantaggio più importante della stufa a bioetanolo è sicuramente la mancanza della canna fumaria.

Il funzionamento, infatti, prevede la combustione del gas naturale che non produce vapori tossici e che, anzi, con l’aggiunta di alcune gocce di essenze, addirittura può profumare l’ambiente. Inoltre la stufa a bioetanolo, differentemente da quella a legna, non produce ceneri e non servono interventi manutenzione, essendo più che sufficiente la normale pulizia ordinaria.

Gli elementi a cui bisogna fare attenzione, invece, sono la pericolosità del liquido che va tenuto al riparo da fiamme libere e soprattutto dalla portata dei bambini.

Consumi delle stufe a bioetanolo 

Una stufa a bioetanolo può riscaldare una piccola stanza con una spesa di circa €1 l’ora, potendo essere accesa e spenta nell’immediato bisogno. I modelli base hanno serbatoi che contengono da 1l a 5l di liquido, che durano circa mezza giornata. Le stufe più grandi sviluppano una potenza maggiore in termini di calore e producono circa 1-3Kw.

I vari modelli di camino a bioetanolo

  • – I camini a bioetanolo da parete vengono usati negli ambienti interni, anche tra un locale e l’altro della casa, in una parete divisoria, per ottenere un punto di calore unico per entrambi gli ambienti
  • – I modelli da incasso vengono installati esattamente come si farebbe con un camino classico a legna o a pellet, incassandoli in un alloggiamento idoneo. Ci sono varie misure che possono adattarsi a tutti i tipi di esigenze.
  • – I camini a bioetanolo angolari sono identici alle altre tipologie nel funzionamento ma cambiano nella struttura, che si presta per essere collocata sull’angolo a 90° di due pareti.
  • – I camini a bioetanolo da terra, non necessitando di canna fumaria, possono essere installati anche al centro della stanza, rappresentando un punto di calore e un elemento di design molto elegante, particolarmente adatto ai contesti moderni.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Category: Casa
  • 0
  • 157
Maxi Blogger

Leave your comment